La frenata cinese mette ko utili Usa

Il rallentamento della Cina mette ko gli utili della Corporate America. Con i dati trimestrali pubblicati ieri da Caterpillar e Nvidia, si allunga la lista dei grandi gruppi americani che hanno riportato redditività ridotta per via della frenata della Cina.

Partiamo da Caterpillar. Il produttore mondiale di macchine per l’industria mineraria e delle costruzioni ha riportato nel quarto trimestre del 2018 utili per azione di 2,55 dollari contro previsioni medie di 2,99 dollari.  Si tratta della più grande caduta di utili trimestrali nell’ultimo decennio.

Guardando avanti le cose non sembrano orientate al bello. Il gruppo ha annunciato  che si attende solo un “modesto” aumento delle vendite a livello mondiale e una crescita zero in Cina, paese che pesa per il 10% sulle vendite della società.

Stessa musica per  Nvidia, il produttore di chip per le consolle dei videogochi, ha tagliato le stime di business. I ricavi nel quarto trimestre sono stati ridotti di 500 milioni di dollari (-19%), anche a causa del calo delle vendite di prodotti per videogames in Cina.

Con ogni probabilità anche Apple citerà il rallentamento cinese quando, questa sera a mercati Usa chiusi, diffonderà i conti relativi agli ultimi tre mesi del 2018, il periodo di cui ha già tagliato le stime sui ricavi all’inizio del 2019.

Pesanti le ripercussioni sui mercati. Ieri Wall Street ha chiuso in rosso con il Dow Jones che arrivato a cedere oltre 400 punti, ne ha ceduti 208,98, lo 0,84%, a quota 24.582,22. /wallstreetitalia.com

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.