Brexit: scontro tra le banche .

Il primo ministro britannico, Theresa May, questo fine settimana ha preso contatto con il leader laburista Corbyn, cosa che non era mai accaduta fino ad ora, per raggiungere un accordo più globale di fronte a Brexit. May, per il momento, non è stata in grado di ottenere alcuna concessione dai suoi partner nell’UE, che la rinviano all’accordo firmato tra le parti. Ecco perché May ha bisogno di tempo, almeno fino al 27 febbraio, quando si prevede di votare sul nuovo piano di uscita proposto”,

Questi esperti aggiungono che “per tutta la settimana le diverse alternative saranno discusse nella Camera dei Comuni. Sarà necessario essere attenti alla reazione della sterlina, autentico termometro di questo processo”.Gli istituti di credito britannici e i loro rivali di Wall Street stanno promuovendo opinioni molto diverse sulla Brexit, un confronto scoppiato la settimana scorsa nel corso di un incontro con funzionari governativi Usa. Mentre le banche statunitensi vogliono che il Regno Unito mantenga i legami più stretti possibili con l’Unione europea dopo la Brexit, le banche e gli assicuratori britannici sono ansiosi di non essere soggetti alle nuove leggi promulgate da Bruxelles“Questa problema pesera
sempre più sul comportamento dei mercati finanziari britannici e del resto d’Europa, soprattutto quando la data sopra citata si avvicina e non c’è una soluzione praticabile per ottenere un Brexit ordinato”,./investing.com./

Rimani aggiornato con INFOEUROPEFX per le novità di economia.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.