Borghi: governo non vuole vendere un “grammo” d`oro

La maggioranza di governo non intende vendere in alcun modo le riserve auree della Banca d’Italia, ma soltanto ribadire che esse appartengono allo Stato e non all’istituto, ha detto oggi il presidente della Commissione Bilancio della Camera Claudio Borghi.

“Non vogliamo vendere un grammo (d’oro). Se vogliamo scriverci di fianco una bella proposta di legge che chiarisca che non si vende niente, cose di questo tipo, più che disponibile”

“Vogliamo semplicemente ribadire che l’oro è conservato in Banca d’Italia ma la proprietà è dello Stato Italiano”, ha aggiunto.Parlamentari della Lega hanno messo a punto la bozza di una norma,  che consentirebbe al governo la vendita dell’oro custodito dalla Banca d’Italia qualora fosse autorizzata da una legge costituzionale.

La bozza vista da Reuters riguarda invece una norma che modifica il Testo unico valutario per consentire la vendita dell’oro, anche se solo con una legge costituzionale che la autorizza.

Borghi aveva detto che la modifica al Testo unico “è solo una ipotesi” e che al momento non è stata presa alcuna decisione./investing.com.

Rimani aggiornato con INFOEUROPEFX per le novità di economia.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.