Dollaro australiano e neozelandese sofferenti, pagano frenata export cinese

La deludente performance delle esportazioni cinesi, crollate in dicembre di 4,4 su base annua — peggior risultato da due anni — penalizza fortemente le valute più esposte all’andamento elle materie prime come quella australiana e neozelandese.

** Pechino è il primo partner commeciale di Sydney e ha un ruolo fondamentale anche per l’interscambio con la Nuova Zelanda.

** In caduta verticale naturalmente anche lo yuan, dopo la performance particolarmente brillante della scorsa settimana, a segnale di crescenti timori di una frenata della seconda economia mondiale.

** Molto bene intonato viceversa lo yen, tradizionale asset rifugio, mentre euro e sterlina recuperano entrambi lievemente terreno nei confronti del biglietto verde./investing.com

Resta aggiornato con INFOEUROPEFX per le ultime notizie sul forex.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.